MALESIA

La Malesia è una nazione di profondi contrasti che presenta aree rurali in via di sviluppo e città all’avanguardia come Kuala Lumpur, la Capitale che è una città notevolmente pulita e sviluppata, piena di grattacieli di magnifica fattura fra cui spiccano le famose torri gemelle e l’impressionante torre KL.

La benzina è molto economica e quindi il numero di macchine aumenta costantemente. Nelle città come Kuala Lumpur le auto intasano le strade ogni giorno con frequenti ingorghi nelle ore di punta.

Il trasporto pubblico è irregolare e non completamente affidabile. Ma sta migliorando. I taxi sono economici e abbondanti nella maggior parte delle città.

Il clima è caldo e umido durante tutto l’anno ed in particolar modo durante la stagione delle piogge.

In Malesia il costo della vita è ragionevole. Anche se nelle grandi città il costo degli affitti sta rapidamente aumentando, perché la sicurezza è un problema e quindi in molti condomini è necessario pagare un servizio di vigilanza permanente.

Vi sono buone scuole internazionali con standard elevati; alcuni con collegamenti a università statunitensi, europee e australiane ma sono costose.

La sicurezza è un problema. I tassi di criminalità sono elevati, furti in appartamento, scippi e borseggi sono all’ordine del giorno soprattutto in grandi città come Kuala Lumpur, Johor Bahru e Hulu Langat.

La corruzione in Malesia sembra essere il modo normale di fare affari. Vengono sempre chieste bustarelle sia da parte di soggetti pubblici che privati. Al contrario i malesi sono persone molto amichevoli che cercano di aiutare i nuovi arrivati ​​ad integrarsi in modo disinteressato senza i falsi sorrisi della Thailandia o l’indifferenza di Singapore.

La Malesia è un paese tollerante e molte religioni sono qui rappresentate: cristiani, musulmani, buddisti, indù che convivono pacificamente.

Gli indigeni malesi sono musulmani, gli indiani malesi sono indù e i cinesi malesi sono buddisti, mentre gli espatriati dai paesi occidentali sono cristiani, ciò determina una serie di feste religiose celebrate durante tutto l’anno. La Malesia consente la libertà di espressione ed il governo malese celebra una serie di festività religiose fra cui quelle islamiche sono le più importanti.

È il paese musulmano più pacifico e liberale al mondo in cui la maggior parte della forza lavoro è costituita da ragazze musulmane.

È un paese in cui i musulmani non esitano a celebrare il festival indù o cinese e gli indù non esitano a partecipare al festival musulmano e cinese.

Va però detto che in Malesia esiste un forte razzismo e tutti, dal doganiere al tassista, vi giudicheranno e vi tratteranno in base alla vostra provenienza, il vostro credo religioso, il vostro status finanziario ed il vostro livello di educazione.

La Malesia non offre diritto di soggiorno permanente agli stranieri. Anche se sposerete un locale verrete interrogati sui veri motivi del matrimonio; per amore o per altri scopi, e vi verrà dato, comunque, un visto di residenza che dovrà essere rinnovato ogni anno.

L’economia in Malesia è cresciuta fortemente negli ultimi anni, trasformandosi da produttore di materie prime in una vasta economia industriale basata sull’innovazione.

Trovare lavoro in Malesia non è facile perché esistono restrizioni in merito al numero di dipendenti stranieri che le società malesi possono impiegare e le aziende possono assumere lavoratori internazionali solo se non vi sono malesi qualificati per ricoprire tale posizione. E con i molti cittadini malesi qualificati che si laureano ogni anno, la concorrenza per i lavori è feroce.

La maggior parte delle possibilità di lavoro sono offerte dal terziario.

Il mercato del lavoro è monopolizzato dalle etnie cinesi, pertanto le inserzioni di lavoro richiedono spesso di parlare e scrivere non solo malese e inglese ma anche di conoscere il cinese.

La cosa migliore è spostarsi nel paese solo una volta che si abbia già trovato un impiego. Volare in Malesia con un visto turistico con l’intenzione di trovare lavoro una volta nel paese raramente produce risultati positivi a meno che non abbiate anni di esperienza e competenze molto ricercate.

L’inglese è ampiamente parlato, ma imparare un po’di malese, la lingua ufficiale del paese, prima di arrivare vi garantirà un soggiorno migliore.




Vivere in Malesia, pro:

– Costo della vita accettabile

– Clima caldo tutto l’anno

– Bella natura e spiagge favolose

– Persone amichevoli ed educate

Vivere in Malesia, contro:

– Burocrazia, corruzzione, uffici pubblici lenti ed inefficienti

– Molte persone parlano inglese, il problema è capire il loro inglese che spesso è incomprensibile

– Piogge torrenziali

– Criminalità elevata

– Mancanza dei diritti civili (è un reato essere gay, pena di morte per possesso di droga, ecc.)

– Scarsa pulizia ed igiene

La Malesia è ancora un paese in via di sviluppo e quindi non aspettarsi standard occidentali a livello di vita culturale come teatro o eventi musicali. Il passatempo nazionale nelle grandi città è fare shopping e mangiare fuori.

Ogni paese ha i suoi pro e contro e non esiste un paese perfetto in questo mondo.

La Malesia ha i suoi aspetti positivi e negativi, come ovunque. Tuttavia, ci sono alcuni elementi profondamente illiberali e razzisti nel paese. Se non siete un malese non potete possedere un’azienda o essere un residente permanente. Tutto ciò che avete vi può essere semplicemente portato via dal governo in qualsiasi momento. Potete essere espulso dal paese senza motivo e tutti i vostri beni confiscati dallo Stato. Per cui prima di avviare un business qui occorre essere molto cauti.

ultima modifica 12/02/2020